Attività svolte dall’Associazione nel 2008

Relazione attività svolta dall’Associazione Mondo Gatto San Donato nel 2008
L’anno appena trascorso è stato contraddistinto da un eccezionale incremento delle attività.

 

I volontari,con il loro costante impegno, hanno dato un contributo significativo al raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati.
Riassumiamo qui di seguito gli interventi effettuati:
1)
controllo del randagismo felino, attraverso programmi di sterilizzazione volti al contenimento numerico delle colonie .
A questo proposito, abbiamo stipulato una convenzione con i comuni di Peschiera Borromeo e Paullo.
Queste prime convenzioni, hanno consentito alla nostra Associazione di aumentare il numero delle sterilizzazioni.
Siamo in trattativa per stipulare altre convenzioni, che ci permetteranno di fare di più e meglio.
Il nostro scopo è di riuscire ad avere il controllo della maggior parte delle colonie feline sparse sul territorio.
A ottobre abbiamo dato il via ad un intervento che ci impegnerà anche per tutto il 2009: la sterilizzazione in un area privata, nel comune di San Donato Milanese,di un centinaio di gatti circa. Al momento ne sono stati sterilizzati una trentina.
Ci è stato segnalato un altro sito dove pare ci siano 60/70 soggetti, stiamo attivandoci anche in quell’area. Questi sono stati gli interventi più significativi, ma le sterilizzazioni hanno toccato tutti i comuni della zona , specialmente San Giuliano, San Donato, Peschiera B.,Paullo, Melegnano, Mediglia, non ultimo, anche Milano.
2)
Gestione quotidiana del gattile, che ospita in media 120 gatti fissi, con punte di oltre 250 nei periodi consueti di abbandono e di nascita dei piccoli.
Durante il periodo marzo – ottobre, sono stati ritirati un centinaio di cuccioli senza mamma, bisognosi di cure particolari. Grazie alla disponibilità di alcune volontarie, specializzate nello svezzamento dei gattini appena nati, siamo stati in grado di portare felicemente a termine la crescita di questi cuccioli, trovando loro delle famiglie che li hanno adottati.
Molto spesso arrivavano in condizioni disperate, ipotermici, con evidenti segni di malnutrizione alcuni di loro non sono sopravvissuti, ma nel complesso, siamo riusciti a salvarne la maggior parte.
3)
Ritirati un considerevole numero di gatti adulti di proprietà,a cui è stata trovata una sistemazione presso altre famiglie. Abbiamo constatato un cambiamento nelle abitudini delle persone. Spesso ci viene chiesto di adottare un gatto adulto piuttosto che un cucciolo, il che è sicuramente un segno di maturità.
Alcuni numeri significativi:
250 sterilizzazioni
300 adozioni
30 gatti con traumi di vario genere, principalmente fratture agli arti, fratture della mascella, 2 operazioni al megacolon e operazioni agli occhi .
50 decessi (per incidenti, malattie virali, compresi anche alcuni gatti ospiti del rifugio, morti di vecchiaia).
Come si vede, i numeri sono esplicativi delle cose che si fanno, soprattutto in considerazione del fatto che tutti i volontari svolgono un altro lavoro e che mettono a disposizione il loro tempo libero all’inizio e alla fine della giornata lavorativa.
Le attività sopra sintetizzate sono state realizzate con l’impegno personale ed economico di tutti i volontari coinvolti.
E’ stato ristrutturato il bagnetto , le tubature erano marce e perdevano acqua.
Sostituito i sanitari e la rubinetteria.
Tutto ciò è stato possibile grazie all’aiuto di persone che, con la loro generosità hanno permesso di realizzare questo progetto.
Inoltre, è stata pavimentata una parte del recinto esterno della nursery e contiamo di portare a termine il lavoro entro primavera 2009.
Conclusioni
Il lavoro svolto e i risultati ottenuti ci incoraggiano a continuare su questa strada.
Siamo fortemente motivati a raggiungere gli obiettivi prefissati, che consistono nell’incrementare l’attività’ di sterilizzazione e nel cercare adozioni per i nostri gatti ospiti del rifugio.
Sempre più persone si rivolgono a noi per segnalarci la presenza sul territorio di gatti randagi o abbandonati. , i cittadini, diventati più sensibili, hanno raggiunto la consapevolezza che è necessario fare qualcosa.
Ci rivolgiamo a quei Comuni che non si sono mai interessati veramente al problema della prevenzione del randagismo.
Non riteniamo sufficiente avere lo sportello “UDA” Ufficio Diritti Animali per sostenere che si fa prevenzione.
Bisogna intervenire concretamente, altrimenti rimane di fatto un organismo vuoto.
Desideriamo esprimere il ringraziamento ai Signori Veterinari che con professionalità e competenza offrono il loro supporto sanitario alla nostra Associazione, augurandoci che tale collaborazione prosegua anche in futuro.
Ringraziamo i Comuni di Peschiera Borromeo e Paullo per averci concesso la possibilità di ridurre, tramite la convenzione, il fenomeno del randagismo.
Infine ringraziamo il Comune di San Donato Milanese che ci ha messo a disposizione l’oasi su cui sorge il rifugio.

Lasciate un commento


Fate attenzione ai campi obbligatori

Esequi il Log in per scrivere un commento.